Come vestirsi per fare trekking

Nelle escursioni è importante indossare un abbigliamento comodo e adatto anche a situazioni climatiche mutevoli. 

I capi ideali mantengono il corpo asciutto e al caldo, senza farti sudare. 

Sai allora come vestirsi per fare trekking?

Fra le varie soluzioni di outfit montagna, il classico sistema a strati è il modo migliore per affrontare qualsiasi uscita in montagna.

Tessuti per abbigliamento da trekking

I tessuti ideali da indossare per fare trekking sono…

  • resistenti all’abrasione
  • traspiranti
  • leggeri
  • morbidi
  • comodi e ampi per non limitare i movimenti
  • impermeabili
  • resistono ai raggi uv

Cosa indossare

I tessuti più comunemente utilizzati per l’abbigliamento trekking sono:

  • poliestere e nylon

Sono due tessuti sintetici che vengono comunemente utilizzati nell’abbigliamento da trekking. Si rivelano infatti resistenti all’acqua, leggeri e non temono le abrasioni

  • lana

È un tessuto naturale particolarmente morbido, resistente all’acqua e caldo. 

In particolare la lana merino ha una funzione termoregolante ed è in grado di offrire una sensazione di fresco quando la temperatura sale. 

È ideale per le calze da trekking, ma evita comunque di indossare pesanti indumenti di lana.

  • pile

Si tratta di un tessuto sintetico caldo, traspirante e resistente all’acqua. È anche in grado di trattenere il calore

  • Gore-Tex

È un tessuto sintetico impermeabile e traspirante che offre un eccellente isolamento

Abbigliamento montagna: cosa evitare

Alcuni tessuti sono sconsigliati per le attività di trekking.

Ecco perché:

  • cotone

Anche se è un prodotto naturale, morbido e resistente all’abrasione, ha uno svantaggio: tende ad assorbire l’umidità, il che può portare a un aumento della temperatura corporea

  • lana non trattata

La lana non trattata tende a trattenere l’umidità e può diventare pesante quando si bagna

  • tessuti sintetici non traspiranti

I tessuti sintetici come nylon, poliestere, poliuretano e poliacrilico andrebbero evitati nelle imprese particolarmente impegnative.

Non sempre sono infatti in grado di garantire un’adeguata traspirazione e possono far sudare. 

  • tessuti con finiture in plastica o in metallo

Questi tessuti possono essere scomodi quando si fa il trekking a causa del loro peso e della loro rigidità.

Inoltre i tessuti lucidi riflettono la luce del sole e possono essere fastidiosi perché abbagliano chi li indossa e chi è accanto

  • jeans

La sua consistenza si rivela piuttosto pesante e può limitare la libertà di movimento

Abbigliamento da trekking di base per i principianti

Abbigliamento da trekking

L’abbigliamento ideale per chi si cimenta per la prima volta nelle escursioni in montagna è quello realizzato con materiali tecnici. È infatti studiato per offrire il massimo delle prestazioni in ogni condizione climatica.

Con la pratica si imparerà poi ad abbinare tra loro i vari capi nei diversi tessuti, ottimizzando il budget destinato a vestirsi per fare trekking.

Qui di seguito riportiamo ciò che non può mancare nella dotazione di base.

  • Pantaloni da trekking

Scegli un paio di pantaloni da trekking leggeri, traspiranti e resistenti all’acqua. Assicurati che siano abbastanza larghi da poter coprire anche un paio di calzettoni molto spessi.

  • Maglietta a maniche lunghe

Indossa una maglietta a maniche lunghe per proteggerti dal sole, dal vento e dai rami degli alberi. Puoi optare anche per una camicia, se la trovi più comoda.

  • Giacca impermeabile

Anche se splende il sole, tieni nello zaino una giacca impermeabile. Il tempo in montagna è alquanto mutevole.

  • Guanti e berretto

Sono indispensabili se fai escursioni in montagna nei mesi più freddi. Un berretto con la visiera è un must in estate, per proteggersi dai raggi solari.

  • Scarpe da trekking

Le scarpe da trekking sono fondamentali per camminare in sicurezza sui terreni accidentati. Oltre ad essere comode, devono garantire un efficace grip.

  • Zaino

Assicurati di portare con te uno zaino abbastanza grande da contenere tutto ciò che può servire durante l’escursione, inclusa una bottiglia d’acqua, qualche barretta energetica e un kit di sopravvivenza.

Come vestirsi a strati

Come vestirsi a strati

Quando si fa trekking, è importante vestirsi a strati. Ciò significa che dovresti indossare i diversi strati di abbigliamento, uno sopra l’altro, in modo da poter aggiungere o togliere i capi a seconda della temperatura.

I motivi principali per vestirsi a strati sono…

  • creare uno strato isolante che mantiene il corpo caldo 
  • fare in modo che il sudore venga drenato, in modo che il corpo rimanga asciutto.

Quando fa molto freddo sono consigliati tre strati, ma con temperature meno rigide spesso ne bastano due.

Strato di base – traspirante

Strato di base
  • Perché è importante

Lo strato di base è quello a contatto con la pelle. Ha la funzione di tenere il corpo all’asciutto e ben al caldo, facendo fuoriuscire il sudore che inevitabilmente si forma durante l’escursione. 

Questo assicura che l’umidità venga trasportata allo strato intermedio o esterno, impedendo all’umidità di raffreddare il corpo.

In questo modo non ti troverai gli abiti da… strizzare!

  •  Cosa indossare

Scegli l’abbigliamento intimo (slip, canottiera a maniche lunghe o t shirt e reggiseno) in tessuto traspirante, in modo di permettere alla pelle di respirare.

Il materiale più indicato è di tipo sintetico, come il polipropilene e il poliestere, oppure la lana, calda e confortevole. Tra l’altro, evitano anche la formazione di cattivi odori.

  • Quando metterlo

Indossalo ogni volta che fai un’escursione in montagna in primavera, autunno e inverno.

Strato intermedio – isolante

Strato intermedio
  • Perché è importante

Il secondo strato ha la funzione di trattenere il calore e di far passare l’umidità.

La sua funzione è quella di prelevare l’umidità dallo strato inferiore e di trasferirla allo strato superiore o all’esterno. 

È quindi importante che gli indumenti che indossi siano abbastanza larghi, senza però esagerare, altrimenti l’aria calda immagazzinata all’interno si disperderà facilmente. 

  •  Cosa indossare

L’abbigliamento ideale utilizzato per il secondo strato è costituito da una giacca o da un maglione in pile.

  • Quando metterlo

 Può essere lo strato intermedio quando il clima è piuttosto rigido, ma può diventare lo strato esterno nelle giornate in cui non fa molto freddo. 

Strato superiore – idrorepellente e antivento

  • Perché è importante

Quando il clima è ventoso, con piogge o nevicate, è importante indossare uno strato superiore idrorepellente e antivento. 

Anche in questo caso il tessuto dev’essere traspirante, in modo da trasportare l’umidità corporea verso l’esterno. 

  •  Cosa indossare

Alcune giacche soft shell hanno opzioni di ventilazione extra, come ad esempio cerniere sotto le ascelle e in corrispondenza della cintura. Queste zip sono sigillate, in modo che la pioggia non penetri nelle tasche (se le tieni chiuse, ovviamente)

  • Quando metterlo

Nelle giornate ventose e soggette alle perturbazioni.

A proposito di pantaloni

pantaloni da trekking

I pantaloni, per ovvie ragioni, non fanno parte dei capi destinati a vestirsi a cipolla, perché ne indossi un paio e basta (a meno che il clima sia così rigido da consigliare di indossare una calzamaglia in lana merino).

Sceglie dunque un paio in base alle condizioni meteo che abbia possibilmente queste caratteristiche:

  • molteplici tasche per riporre piccoli oggetti da tenere sotto mano (ad esempio le chiavi della macchina e lo smartphone, insieme a cerotti per il pronto soccorso)
  • rinforzi extra in corrispondenza delle ginocchia e del fondoschiena (così puoi sederti ovunque senza rischiare di rovinarli)

Alcuni pantaloni trekking estivi donna e uomo hanno le gambe staccabili per poterli trasformare velocemente in pantaloncini corti. 

Se invece preferisci indossare addirittura i pantaloncini, porta sempre un paio di pantaloni lunghi nello zaino. Il tempo può cambiare molto velocemente, soprattutto in montagna.

I migliori marchi di abbigliamento da trekking

Che stile di abbigliamento montagna ami indossare?

Trendy, classico, casual?

Sul mercato non c’è veramente che l’imbarazzo della scelta.

Dai uno sguardo ai principali marchi specializzati nel trekking:

  • Patagonia
  • The North Face
  • Arc’teryx
  • Columbia
  • Marmot
  • Mountain Hardwear
  • Mammut
  • Salomon
  • Montane 

Conclusioni

Il “giusto” tipo di abbigliamento da trekking dipende dal tipo di escursione, dalla tipo di ambiente che ti trovi ad affrontare e dalle condizioni meteorologiche previste. Senza dimenticare, naturalmente, i gusti personali e il budget.

Un sistema collaudato per non morire di freddo o per non trovarsi in un mare di sudore è quello a tre strati, che ti consente di aggiungere o togliere capi di abbigliamento in base al clima.

E anche se non è prevista pioggia, porta sempre con te un poncho. Anche se il tempo è bello (ma i rovesci sono sempre in agguato, specie in montagna…) lo puoi sempre usare per sederti durante le pause.

Video: Come vestirsi in montagna d’estate

Circa l'autore

Una persona che ama fare escursioni e trascorrere il tempo all'aria aperta. Ha una grande passione per il trekking in montagna e l'esplorazione di nuove aree, e non perde mai l'occasione di affrontare nuove sfide e avventure outdoor.